Chi è e di cosa si occupa la Wedding Planner? Facciamo chiarezza!

Settembre 3, 2019

Ti è mai capitato di soffermarti davanti ad un edificio che ha catturato la tua attenzione e di pensare “accidenti che meraviglia, chissà quanto lavoro c’è dietro”?

A me capita spesso. Come avrai avuto modo di leggere sui miei canali social, sono una persona che ama i dettagli e il bello nel suo senso più autentico e in tutte le sue forme e sfaccettature.

Sono partita un po’ da lontano per affrontare un argomento che ho particolarmente a cuore e che penso vada approfondito per tanti motivi.  

Ci sono tante figure professionali che contribuiscono alla buona riuscita di un progetto. Ciascuna di queste figure ha delle competenze specifiche, uno suo stile di lavoro unico, un compito ben definito che la rendono insostituibile.

Anche il matrimonio è un progetto ed organizzarlo non è una cosa semplice, come non sarà stato semplice realizzare quell’edificio che ha catturato la tua attenzione.

Già da qualche tempo noto la facilità con cui ci si può improvvisare qualcosa o qualcuno. Un giorno stilista, un giorno fotografo, un giorno flower designer… Questa cosa non solo è frustrante, ma mi fa anche molta rabbia. In primis perché so quanta fatica c’è dietro la plasmazione di una figura professionale e in secondo luogo perché non fa che fomentare la grande confusione che aleggia tra le persone.

E l’ennesima prova l’abbiamo avuta giusto pochi giorni fa con l’assurda “bagarre” mediatica che si è scatenata attorno al ruolo della wedding planner.

Confondere un “responsabile catering” con un “wedding planner” non solo ha scatenato una pioggia di commenti da cui è emersa una disinformazione totale, peraltro mista a cattiveria gratuita, (che onestamente mi ha molto impressionata) ma mi ha portato anche alla conclusione che gli sposi hanno bisogno di chiarezza e di percepire in modo trasparente le competenze di un professionista.

Chi è quindi la Wedding planner e che attività svolge?

La Wedding Planner è quella figura che organizza e pianifica l’evento e che, guidata da una sensibilità che pochi altri professionisti hanno, supporta gli sposi dall’inizio con la scelta dei fornitori fino al coronamento del loro sogno d’amore.

Alcune wedding planner, come nel mio caso, sono anche wedding designer. Questo significa che, oltre a sostenere gli sposi, imposto un vero e proprio progetto tramite il quale cerco di rendere concreti i loro sogni.

In estrema sintesi, la wedding planner è una figura di riferimento per gli sposi e di coordinamento tra i vari fornitori.

Hai presente il paragone dell’edificio? Ecco. I fornitori sono gli imbianchini, i piastrellisti, chi si occupa della pavimentazione, delle finestre, delle porte, ma anche dell’arredamento, dei quadri, delle suppellettili e tutti loro fanno riferimento ad un capocantiere.

Nel caso del matrimonio i fornitori (solitamente non meno di 10) sono quelle figure che appunto ti forniscono servizi in merito a: location, catering, flower design, cake design, graphic design, confetti, noleggi, pernottamenti, transfer, chiesa-comune, fotografie, video, intrattenimento musicale, spettacoli, atelier, accessori, decor, ecc. e quindi il capocantiere, colei che coordina, è la wedding planner.

fornitori, music, catering, sweet table.

Perché avere una wedding planner a fianco può fare la differenza? Perché, se svolge il proprio mestiere con serietà e cognizione di causa, seleziona le persone con cui collaborare e con cui sviluppare il tuo “progetto di nozze” come se stesse organizzando il suo matrimonio.

Questo vuol dire sensibilità, empatia e capacità di discernere. Con ciò non voglio dire che una sposa non possa essere in grado di valutare e scegliere ciò che crede più adatto alle sue nozze, ma converrai con me che una persona che fa questo di professione riesce forse a vedere più lontano.

E soprattutto, grazie al network che ha modo di costruire con gli altri colleghi, sa benissimo se qualcuno tra i fornitori sta svolgendo la propria mansione in modo poco serio. E ti renderai conto che nell’epoca in cui viviamo le voci corrono con una certa facilità!

E allora, cara sposa che mi stai leggendo e che sei lì sul punto di decidere se fidarti di qualcuno che ti sta proponendo qualcosa che esula dalle proprie competenze, valuta bene, datti tempo e rifletti.

Scegliere un wedding planner non ti renderà certamente una sposa superficiale o incapace, anzi.

Ti darà piuttosto la possibilità di vivere con una maggiore serenità il tuo matrimonio e di vedere realizzato il progetto di una vita intera avendo al tuo fianco un’amica, un supporto e una discreta presenza in grado di orchestrare al meglio un giorno che ricorderai per sempre.

Un abbraccio

Guya Weddings

Photo credits: Rosemary by Martina Ruffini; Luisa Veronese.