Salotto della Sposa 2020: un piacevole evento firmato Atelier Emé Bologna.

Ottobre 22, 2019
wedding dress

Tra le cose che amo di più nel mio lavoro c’è il rapporto empatico che si crea con gli sposi. Per me, è proprio impensabile poter essere una figura di riferimento e di supporto se prima non scatta quella scintilla da cui si genera la fiducia e la stima reciproca.

Un legame un po’ più particolare è quello che s’instaura con voi spose. Probabilmente per la vostra sensibilità, per la trepidazione che leggo nei vostri occhi e per le emozioni che ormai da oltre dieci anni mi regalate e condividete con me.

Oggi voglio raccontarvi di un evento a cui ho avuto l’onore e il piacere di partecipare e che, secondo me, potrebbe esservi di ispirazione.

Lo scorso 28 settembre presso Atelier Emé Bologna, in Via d’Azeglio, si è tenuto il Salotto della Sposa 2020, una bellissima occasione per vedere in anteprima gli abiti della collezione bridal e party e un gradevole momento di confronto con altri colleghi che lavorano nell’ambito wedding.

Il tutto in un’atmosfera elegante, chic ma sempre familiare com’è nello stile di Atelier Emé.

Tra una chiacchiera e l’altra, ho potuto osservare e studiare da vicino tutte le novità della moda sposa e party proposte per il 2020, facendo la massima attenzione ad ogni singolo dettaglio per potervi raccontare al meglio questa esperienza.

Inutile dirvi che gli abiti che ho visto in passerella fossero uno più bello e particolare dell’altro, con una grande presenza di macramè, cristalli e dettagli sensuali per la collezione bridal e di jumpsuit e lurex per la collezione party.

Ma veniamo ai miei preferiti.

Tra gli abiti da sposa che mi hanno colpito di più c’è sicuramente Coralba, un abito a sirena arricchito da un gioco di balze sul decollete e sulle spalle, particolarmente adatto ad una sposa romantica e sognatrice ma che non rinuncia ad un pizzico di vanità.

coralba, wedding dress
Photo credit: LabZeroDue

Altro modello molto particolare, ma totalmente diverso, è Mara. Un abito due pezzi con un mini abito in macramè e una sopragonna lungo in organza di seta che, grazie al suo effetto portafoglio, dà luogo ad un perfetto mix di sensualità ed eleganza.

mara, wedding dress
Photo credit: LabZeroDue

La vera chicca però è stata Angelina, un concentrato di audacia, eccentricità e classe.

Adatto a spose che vogliono osare con stile, questo modello unisce la sensualità della tutina a collo alto in macramè arricchita da micro paillettes e cristallini alla leggerezza della sopragonna in tulle che si apre a generare un meraviglioso effetto vedo non vedo.

angelina, wedding dress
Photo credit: Atelier Emé

Per quanto riguarda la collezione party, mi è piaciuta molto l’idea di inserire un colore come il malva nella realizzazione dei look. Qui declinata in un abito combinato in cui alla camicetta in pizzo è stata abbinata una gonna lunga in raso.

Ho molto apprezzato la presenza in passerella della tuta da cerimonia che trovo un ottimo compromesso tra comodità e stile che ci è stata proposta nella versione in lurex nero a manica lunga arricchita dallo scollo che lascia la schiena scoperta.

È stato davvero un pomeriggio piacevole e di grande ispirazione per cui ringrazio Giuliana, Anita e tutto il meraviglioso staff di Atelier Emè.

Spero di avervi fatte sognare un po’ e mi auguro vi sia venuta voglia di fare un salto in atelier, magari il vostro abito è proprio lì ad aspettarvi!

Alla prossima!

Guya Weddings

Photo credits: Atelier Emé, LabZeroDue, Guya Weddings.